top of page

La Potenza dell'Umiltà

« Il timore di Dio è scuola di sapienza, prima della gloria c'è l'umiltà ! » (Proverbi 15,33)

Cos'è la Gloria? La parola “gloria” che significa onore, abbondanza, ricchezza, buon nome, buona reputazione. Nella Bibbia la gloria di Dio è la qualità della sua presenza che si manifesta all'uomo. Gesù viene a rivelare questa gloria, nella sua umiltà. Sta a noi irradiare questa gloria, seguendolo. “Gloria” nel dizionario è definita: un'azione o un'opera considerata brillante.

La Gloria di Dio manifesta Dio stesso. In ebraico la gloria è kabod כָּבוֹד, letteralmente peso, essere pesante, pesare, densità. In tutto l'Antico Testamento, i modi in cui Dio si manifesta agli uomini denotano una visione di Dio manifestata attraverso la potenza di un'esperienza densa. Nel Nuovo Testamento, la nozione di gloria evolve A Natale gli angeli non cantano le luci della nuvola o la gloria potente del Mar Rosso, cantano la Gloria cioè ciò che è Dio, il suo essere, la sua semplice presenza che si manifesta in un piccolo bambino.

Nei suoi scritti, San Paolo dice : « La parola della croce infatti è stoltezza per quelli che si perdono, ma per quelli che si salvano, ossia per noi, è potenza di Dio.» (1 Cor 1, 18).

Ecco perché per noi oggi è importante affrettare l'umiltà che precede la gloria!

Gesù è il modello perfetto di questa umiltà, colui che ha lasciato il suo cielo di gloria ed è venuto sulla terra per nascere in un'umile mangiatoia.

Questa è una grande lezione per i discepoli! Se siamo cristiani, siamo chiamati all’umiltà. Quando diventiamo più umili, non cerchiamo onore, ricchezza o di essere riconosciuti e amati dagli altri. E rimaniamo nella semplicità, nella sobrietà, seguendo la Parola di Dio e amando Dio, i fratelli e le sorelle, nel prendersi cura degli altri, Ciò che ci porterà a crescere nell'umiltà e grazie a ciò l'influenza missionaria aumenterà in modo biologico e naturale attraverso l'unzione di Dio, non attraverso la nostra forza, il nostro orgoglio, non attraverso le nostre amicizie o la nostra conoscenza.

Dio innalza gli umili: « Abbiate in voi gli stessi sentimenti di Cristo Gesù: egli, pur essendo nella condizione di Dio, non ritenne un privilegio l'essere come Dio, ma svuotò se stesso assumendo una condizione di servo, diventando simile agli uomini. Dall'aspetto riconosciuto come uomo, umiliò se stesso facendosi obbediente fino alla morte e a una morte di croce. Per questo Dio lo esaltò » (Filippesi 2,5-9)

Così l'umiltà sarà per noi un trampolino di lancio nella nostra vita, anche nelle nostre missioni, in ciò che Dio vuole che realizziamo. Sempre più cammineremo nell'umiltà, sempre più avanzeremo alla Sua presenza che renderà la nostra vita più simile alla Sua, più coerente con il Vangelo, più credibile davanti ai nostri fratelli e sorelle.

Il fondatore della comunità ecumenica e monastica di Bose, Enzo Bianchi afferma: :« l'umiltà è una virtù difficile da acquisire; non basta voler essere umili, ma è possibile diventarlo attraverso l'orgoglio. Solo sperimentando le umiliazioni inflitte dalla vita o dagli altri si può imparare l’umiltà».

Quali possono essere segni di umiltà ?

Segni di umiltà si manifestano spesso nelle azioni e negli atteggiamenti quotidiani. A titolo esemplificativo e per dare spunti di discernimento e di lavoro su se stessi, ciò può essere fatto attraverso:

Ammettere un errore : L'umiltà si riduce ad accettare i propri limiti, le proprie imperfezioni, ad ammettere, ad esempio, i propri errori invece di negarli, ad accettare di organizzare meglio la propria vita invece di essere impulsivi, Costituisce quindi un primo passo verso il miglioramento della qualità della vita personale. Così, una persona che riconosce apertamente un errore commesso, invece di cercare scuse o incolpare gli altri, dimostra umiltà e dimostra la propria piccolezza nel desiderio di imparare e migliorare stimando «gli altri superiori a sé stessi» (Fil 2,3).

Ascoltare attentamente: nella conversazione, una persona umile ascolta attivamente e valorizza le opinioni degli altri, anche se differiscono dalle proprie. Non monopolizza la discussione né cerca di imporre il suo punto di vista urlando e arrabbiandosi.

Riconoscere il successo degli altri: una persona umile celebra i risultati degli altri senza invidiarli o gelosia, tanto meno calunniandoli. Riconosce che ognuno ha punti di forza e successi meritati.

Mostrare gratitudine: una persona umile esprime gratitudine per le piccole cose della vita. Potrebbe ringraziare sinceramente qualcuno per il suo tempo, il suo supporto o un gesto di gentilezza. Riconosce quanto è fortunata, non dà per scontato ciò che ha ed è grata per ciò che le viene offerto.

Accettare la correzione in modo costruttivo: invece di mettersi sulla difensiva, una persona umile riceve la correzione con apertura. Considera il feedback costruttivo come un'opportunità per imparare e crescere.

Riconoscere i propri limiti e la propria ignoranza: ammettere prontamente quando non si sa qualcosa o ci si scontra con i suoi limiti. Accettare le proprie imperfezioni e non cercare di nascondere i propri errori. Riconoscli, ci fa essere pronti a imparare dagli altri, senza sentirsi in colpa, e cercare di migliorare se stessi, uscendo dalla propria zona di comfort.

Mostrarsi con compassione cristiana: una persona umile spesso si sforza di comprendere le emozioni degli altri e di mettersi al loro posto, come San Paolo che si fece «tutto a tutti» (1 Corinzi 9:22), bene che può affermare sotto l'autorità e i diritti dell'apostolo, preferisce farsi «schiavo di tutti» (1 Cor 9, 19). La compassione dimostra apertura mentale. Siamo più aperti alle emozioni degli altri e meno concentrati su noi stessi, volendo difendere il nostro punto di vista. L'umiltà è sapersi mettere in discussione! L’umiltà ci permette quindi di comprendere e accettare meglio le esperienze e i punti di vista degli altri. Ciò promuove relazioni più armoniose, sia all'interno della famiglia, dell'amicizia, degli ambienti professionali o nell'evangelizzazione.

Dimostrare pazienza: una persona umile è in grado di dimostrare pazienza di fronte alle prove e alle circostanze difficili. Non si lascia trasportare dall'impulsività e dalla disorganizzazione, ma cerca di comprendere la situazione e risolvere i problemi in modo ponderato e organizzato.

Assenza di arroganza: L'umiltà si traduce nell'assenza di arroganza, pretesa verso gli altri. Gli individui umili trattano gli altri con rispetto e uguaglianza.

« Rivestitevi tutti di umiltà gli uni verso gli altri, perché Dio resiste ai superbi, ma dà grazia agli umili » (1Pietro 5,5).

139 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti

1 Comment

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
Rated 5 out of 5 stars.

Alleluia L'umiltà é importante !

Like

COM

FAMIGLIA EMMAUS.fw.png

COMUNICAZIONE

COMUNIONE

COMPASSIONE

CONTATTO

319 Ave. Colonnello Picot

83100 Tolone (FRANCIA)

Telefono. +39 347 7554400

emmaus.com.center @ gmail.com

bottom of page