top of page

DIFENDIAMOCI DAL VERO MALIGNO

I tragici fatti accaduti ad Altavilla Milicia in Sicilia, in cui sono stati uccisi una donna, la moglie dell’assassino Giovanni Barreca, e i suoi figli Kevin (15 anni) ed Emmanuel (5 anni), hanno riacceso l'attenzione sul fenomeno del combattimento spirituale, dell’esorcismo e del Maligno.

Dopo aver commesso la strage, l'uomo avrebbe ripetuto alle forze dell'ordine: «Mia moglie e i miei figli erano posseduti da Satana». Inoltre, le prime testimonianze indicano che l'uomo ha parlato di "presenze demoniache" nell'appartamento. Di conseguenza, secondo quanto riportato dai media, il brutale atto sarebbe stato compiuto durante un "esorcismo".

Nel caso in questione siamo davanti a possibili confusioni che richiedono precisazioni. La famiglia frequentava un gruppo religioso cristiano indipendente da cui potrebbero emergere (se i fatti e le dichiarazioni sono confermate) derive settarie anziché manifestare la prudenza di una chiesa o una comunità cristiana.

Siamo d’accordo con Davide Murgia in un suo commento nel Blog “Il segno di Giona” che «non c’è nessuna spiegazione che regga di fronte a una follia come questa. … si corrono anche rischi come questi quando ci si fissa con il diavolo, cioè quando lo si vede dappertutto».

L’Associazione Internazionale degli Esorcisti ha pubblicato lunedì in seguito all’evento una Nota con riferimento all’autentico esorcismo in cui si afferma che nella Chiesa Cattolica per celebrare un esorcismo si richiede, come per tutti i Sacramenti e Sacramentali:

1) un ministro idoneo, cioè un sacerdote incaricato dal proprio Vescovo;

2) l’osservanza dei riti liturgici approvati dalla Chiesa;

3) l’intenzione di fare ciò che fa la Chiesa.

Diceva il Card. Suenens, nel suo libro “Rinnovamento e potenze delle tenebre” (p. 132): « L'insidia più sottile del Maligno consiste nell'attirare l'attenzione su di lui e sulle sue opere invece che su Gesù, Salvatore del mondo ». Pur avendo per scontato che « nel cuore della nostra fede non c'è la demonologia ma il Cristo », tuttavia « non si contraddice il Vangelo che è buona novella e messaggio liberatore » quando, anche con insistenza, secondo l'insegnamento di Gesù e degli Apostoli, mettiamo noi stessi e gli altri in protezione contro le insidie del tentatore.

Dopo tutto è anche vero che l'insidia più sottile di Satana consiste nell'occultare la sua presenza e nel farci credere che non esiste, perché «non lo si serve mai così bene che quando lo si ignora» (Georges Bernanos, Satan singe de Dieu).

Quel che conta non è tanto parlare più o meno del diavolo come nella famiglia Barreca in cui anziché scacciare Satana ci sembra che lo si é fatto vincere, quanto come ci si forma al combattimento spirituale e come entrare nella Vittoria di Cristo.

Proprio il Signore, nell’autorità che ha conferito ai discepoli Colui che li ha liberati « dal potere delle tenebre » e li ha eletti « figli della luce », che « hanno vinto il Male » e «lo hanno cacciato fuori».

Il grande servo di Dio p. Matteo La Grua (esorcista carismatico di Palermo, morto in fama di santità con grandi segni prodigi e miracoli, comprese irruzioni angeliche documentati anche su YouTube).  diceva : «L 'esperienza ci insegna che un'altissima percentuale dei disturbi attribuiti al Maligno in realtà sono disturbi psicofisici dovuti a malattie o a fattori medianici ».

Nel Vangelo di Marco 16,15-20 con il Mandato missionario ai discepoli, Gesù conferisce l’autorità a tutti i battezzati: «Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo, ma chi non crederà sarà condannato. E questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno i demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano i serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno, imporranno le mani ai malati e questi guariranno».

Quindi tale exousia o autorità credibile viene dalla potenza di Dio ed é per questo che con il battesimo siamo liberi e protetti dai demòni; in più poi è carità curare le ferite lasciate dal Maligno nel fratello o nella sorella che soffre; è prudenza prendere tutte le precauzioni perché il Nemico non nuoccia.

Ecco perché dal 23 al 25 Febbraio 2024 Emmaus COM propone una Masterclass di formazione e trasformazione per imparare a difenderci contro il Maligno. Unisciti a noi in presenza presso l'Hotel Kore - Villaggio Mosè (Agrigento) o online tramite l’app Zoom con il tema: “La Divina Misericordia nel combattimento spirituale contro il Male”. Ascolterai le testimonianze e gli insegnamenti di due sacerdoti: Don Pasqualino di Dio e P. Baldo Alagna. Sperimenterai la potenza della Divina Misericordia che sconfigge il Male e ci riempie di pace e gioia. Riservati un posto con i biglietti: i posti sono limitati e se avete difficoltà economica non esitate a iscrivervi lo stesso perché i soldi non devono essere un ostacolo, contattateci ! https://www.emmaus-com.center/event-details/la-divine-misericorde-dans-le-combat-spirituel-contre-le-mal-1?lang=it

163 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti

1 Comment

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
Rated 5 out of 5 stars.

😀

Like

COM

FAMIGLIA EMMAUS.fw.png

COMUNICAZIONE

COMUNIONE

COMPASSIONE

CONTATTO

319 Ave. Colonnello Picot

83100 Tolone (FRANCIA)

Telefono. +39 347 7554400

emmaus.com.center @ gmail.com

bottom of page